70° Anniversario di cooperazione tra Italia e India: AFLIN in prima linea per raccontare il filo che lega i due Paesi

70° Anniversario di cooperazione tra Italia e India: AFLIN in prima linea per raccontare il filo che lega i due Paesi
Da

Nel solco delle celebrazioni diplomatiche e di tutti gli eventi in programma che si sono protratti sino al mese di Maggio, l’Ambasciata Italiana a Delhi ha chiesto alla Presidente Emanuela Sabbatini di contribuire con la stesura di un capitolo alla realizzazione del volume “There’s something in the air/Qualcosa è accaduto – 70 storie di vita tra Italia e India”. Il libro, dedicato alle esperienze, alle voci, alle storie e alla cultura che uniscono i due popoli, è stato ufficialmente presentato il 15 febbraio nella versione e-book presso la Presidenza del Consiglio di Largo Chigi, a Roma,  e il 4 maggio nella versione cartacea presso l’Ambasciata Italiana a Delhi, con la nostra Presidente Emanuela Sabbatini che ha presenziato in entrambe le occasioni.

Si tratta di un’opera corale, senza scopo di lucro, che ha come obiettivo precipuo quello di rinnovare gli interessi reciproci tra il nostro Paese e il subcontinente indiano, attraverso il filo rosso dei racconti e della memoria collettiva.

AFLIN, mediante  la penna di Emanuela Sabbatini – che si è dedicata alla stesura del capitolo “A favore delle Donne in India” – è stata descritta nelle sue missioni, tra cui l’alfabetizzazione e il contrasto al fenomeno delle spose bambine.

«Essere donna nelle aree rurali in India spesso vuol dire non vedersi riconosciuti i diritti umani fondamentali che dovrebbero essere gli stessi per tutti universalmente».

Grazie anche al lavoro dei volontari di AFLIN, un piccolo filo di luce su un cammino spesso oscuro, le cose stanno cambiando: sempre più famiglie si stanno rendendo conto che avere una figlia istruita può cambiare anche la loro condizione economica e sociale nel futuro.

«Malgrado le difficoltà, sono comunque felice di lottare e sperare di essere una delle gocce del cambiamento», ha dichiarato Emanuela Sabbatini a chiusura del suo intervento.

Share

Articoli consigliati