I nostri volontari raccontano

Noi ci mettiamo il cuore

  • Alice

    Da sempre interessata al volontariato, a cui si è avvicinata soprattutto con la Caritas. Conosce Emanuela e si appassiona subito alla causa dell'associazione. Deve molto alla Fior di Loto che le ha permesso di vivere una meravigliosa ed emozionante esperienza nella scuola di Pushkar. La lezione più importante che ha imparato nel suo viaggio in India è che la felicità sta davvero nelle piccole cose e nell'affetto delle persone che amiamo e che ci amano.

    Alice
    19 anni, studente di medicina. Solare, curiosa e intraprendente
  • Laurenza

    Ho sempre avuto la passione per le culture orientali e per i diritti umani soprattutto quelli delle donne. Quando ho conosciuto l'associazione non mi è sembrato vero di rendermi utile per una causa così importante che mi ha permesso di conoscere un mondo così diverso da quello in cui viviamo. Dopo aver collaborato a Roma come volontaria ho avuto la possibilità di recarmi a Pushkar per poter aiutare in prima persona. E' stata un'esperienza incredibile, l'India ha qualcosa di magico, ma le emozioni che queste bambine trasmettono sono indescrivibili e siamo noi quelli fortunati a poterle aiutare.

    Laurenza
    20 anni, studente di medicina.
  • Valerio

    Lo scorso ottobre, ho avuto la possibilità si recarmi a Pushkar come volontario con l'Associazione Fior di Loto India Onlus. In realtà, ho deciso di andare in India per caso, durante un piovoso pomeriggio autunnale ascoltando le parole di mia sorella Maria Chiara (Vice Presidente della Associazione Fior di Loto India Onlus – AFLIN) e della sua amica Emanuela (Presidente della Associazione Fior di Loto India Onlus – AFLIN), la quale la settimana dopo sarebbe partita per il Rajasthan. Fino a quel momento, l'India, non l'avevo neanche immaginata! Tuttavia, mi sono fatto immediatamente coinvolgere dall'entusiasmo e dalla passione che entrambe mettono nella realizzazione di questo progetto, spinte dal loro innato desiderio di fare qualcosa di concreto per aiutare il prossimo. Così, senza pensarci troppo, con il visto in mano, dopo pochi giorni sono arrivato a Pushkar, dove sono stato accolto dallo staff della Fondazione Fior di Loto, dagli altri volontari e soprattutto dalle bambine della scuola. Durante la mia permanenza ho avuto la possibilità di conoscere Mara Sandri, il Presidente della Fondazione, una donna animata da una bontà concreta che da oltre dieci anni ha deciso di aiutare le bambine più povere della comunità di Pushkar a costruirsi un futuro migliore. La mia è stata un'esperienza estremamente significativa durante la quale ho potuto conoscere di persona una realtà, tanto diversa dalla mia, fatta di enormi contrasti; ho potuto anche toccare con mano gli enormi risultati raggiunti grazie all'opera della Fondazione Fior di Loto, visibili negli sguardi entusiasti delle bambine della scuola, felici per il semplice fatto di poter studiare, e nelle storie delle ex allieve, ormai giovani donne, che grazie all'istruzione ricevuta hanno ora la possibilità di realizzare i loro sogni ma, soprattutto, di scegliere la loro vita. Dopo questa esperienza, sono tornato in Italia, con la consapevolezza che è possibile riuscire a realizzare qualcosa di concreto per aiutare il prossimo e che, forse, basta il solo desiderio e la volontà per superare ogni barriera e ingiustizia e andare incontro a un mondo migliore.

    Valerio
    31 anni, avvocato penalista.
    Svolge la sua professione con passione, è sensibile al rispetto dell'ambiente ed è un eccellente cuoco. Da sempre è interessato alle tematiche riguardanti la tutela dei diritti umani fondamentali. Dopo il suo primo viaggio a Pushkar ha deciso di collaborare attivamente alla realizzazione dei progetti di AFLIN.
  • Silvia

    Ho sempre pensato che Emanuela avesse un dono speciale, quello di essere un esempio di coraggio, umiltà e forza… gli stessi valori che ho ritrovato nell'Associazione Fior di Loto di cui è Presidente. Ho collaborato con loro durante lo Yoga Festival a Milano ed è stata un'esperienza davvero bellissima; la gioia di poter dare una mano a chi ha più bisogno va a braccetto con la serietà e la professionalità di questo gruppo di amici che hanno fatto di questa Fondazione la loro ragione di vita. Spero di potermi riunire a voi quanto prima!

    Silvia
    41 anni, executive assistant d’azienda.
    Lavora in una multinazionale americana da 16 anni. Da sempre appassionata di viaggi, ha lavorato anche come assistente di volo. Vive circondata dagli animali che adora; da anni pratica yoga, disciplina meravigliosa a cui si avvicinata grazie a Emanuela Sabbatini che l’ha “contagiata” anche con il suo amore per l’India. Un forte senso di giustizia e amore per i più deboli, l’ha spinta ad unirsi a questa grande famiglia che è l’AFLIN di cui è Volontaria per la sede di Milano.
  • Claudia

    La cosa più importante che ho imparato praticando lo yoga è che la nostra esistenza riposa su quella unione intima e sacra che è possibile stabilire tra noi stessi e tutto ciò che, a un primo sguardo, consideriamo come “altro”. Ho sempre pensato che Emanuela, insegnante, amica, ma prima di tutto donna con una sensibilità particolare, fosse un grande esempio di forza interiore e amore per la vita, un amore che rispetta e comprende ma che al contempo combatte e si afferma grazie all'Associazione Fior di Lotus India di cui è Presidentessa.

    Claudia
    28 anni, laureata in lingue e letterature straniere.
    Da sempre affascinata da tutto ciò che è “altro”. Grazie a Emanuela conosce lo yoga, disciplina meravigliosa che l’accompagna da anni sia nelle piccole cose quotidiane sia nelle scelte importanti di vita. Un forte senso di gratitudine per un paese che le ha dato tanto e una profonda convinzione della necessità di affermare la libertà individuale l’hanno spinta a far parte di questa Associazione che si occupa di difendere i diritti umani.
  • Cristiana

    L'India è una grande maestra. Non mente, non usa giochi di parole e non ha mezze misure. Ti pone di fronte a te stessa mettendoti costantemente alla prova, tirando fuori il meglio o il peggio di te. L'india è i suoi colori, la sua luce, il suo odore ed i suoi volti. E' impossibile non rimanere profondamente toccati dai volti dei bambini indiani, dai loro occhi pieni di amore e dignità nonostante le condizioni di estrema miseria. L'India risiede proprio nei volti di quei bambini che, non avendo nulla, sanno ancora gioire di quella gioia vera, che ti pervade e ti contagia. L'India si è scoperta a me piano piano, proprio attraverso quei volti e mi è entrata nel cuore.

    Cristiana
    27 anni, praticante avvocato.
    Estremamente curiosa, solare e riflessiva. Appassionata studiosa di diritto internazionale umanitario e tutela dei diritti umani, la cosa che ama di più è lottare per il riconoscimento dei diritti e delle libertà fondamentali, lanciandosi in prima linea per la tutela da discriminazioni ed ingiustizie. Il suo lavoro e le sue passioni l'hanno portata a viaggiare molto e, proprio al ritorno da un viaggio in India, per destino o coincidenza, si è imbattuta in Emanuela Sabbatini entrando con grande entusiasmo a collaborare con l'Associazione Fior di Loto India Onlus, lavorando per garantire alle bambine indiane un'istruzione e la possibilità di scelta del proprio futuro.
  • Michela

    La frase in cui si identifica di più è: "finirai per trovarla la Via... se prima hai il coraggio di perderti", tratta da uno dei suoi libri preferiti "Un altro giro di giostra" di Tiziano Terzani. Adora battersi per le cause in cui crede, quelle in cui parla il cuore e in cui si lotta per difendere chi non ha voce. "In Emanuela Sabbatini ho trovato una guida e un’amica. Grazie alla Fior di Loto India Onlus ho riscoperto il piacere di adoperarmi per le cose che contano e che riempiono il cuore di vera gioia.

    Michela
    25 anni, praticante avvocato.
    Solare, sorridente e sempre aperta a nuove esperienze, parla inglese, spagnolo, tedesco e francese, adora leggere e viaggiare.
  • Alessandra

    Collaborare con AFLIN mi ha dato finalmente l’occasione di operare attivamente nel campo dello sviluppo e della protezione dei diritti umani. L’impegno e l’entusiasmo di Emanuela e di tutti i volontari AFLIN nel portare avanti la mission dell’Associazione Fior di Loto India Onlus rendono quest’esperienza unica e impareggiabile.

    Alessandra
    27 anni, avvocato. Da sempre impegnata nel campo del diritto internazionale, lavora a Bruxelles come stagista per la Coalition for the International Criminal Court. Adora leggere e viaggiare. Grazie a Emanuela ha avuto l’occasione di avvicinarsi al mondo del volontariato, entrando a far parte dell’Associazione Fior di Loto India Onlus.
helpfreely.org