Festa di Natale con l’Ambasciatore Angeloni, aspettando un 2018 ricco di novità

Vado a scuola

BrINDIAmo” all’emozionante evento vissuto lo scorso 19 dicembre. Salutato dalla Presidente Emanuela Sabbatini, che ha ringraziato i partecipanti per essere stati presenti sia per lo scambio di auguri di Natale sia per la condivisione del cammino in corsa di AFLIN, ha visto la proiezione del film “Vado a scuola”. La visione della pellicola rientra a pieno titolo nel programma scolastico che ha per obiettivo la sensibilizzazione rivolta ai bambini, attraverso la tematica del diritto allo studio in quanto diritto fondamentale del fanciullo.

Il film “Vado a Scuola” è stato insignito del logo UNESCO e narra la storia di 4 bambini di 4 Paesi diversi, tra cui anche l’India, che per la grande voglia di andare a scuola percorrono tantissimi chilometri ogni mattina con tutte le difficoltà che si presentano nel viaggio pur di raggiungere i banchi. Il messaggio che è emerso nel film è la grande spinta, anche da parte dei genitori che vivono in condizioni molto disagiate, nei confronti dei bambini di andare a scuola perché l’istruzione può cambiare il destino e quindi la propria vita.

Emanuela Sabbatini ha anche parlato di un progetto importante che AFLIN sta portando avanti in Italia con due scuole di Roma, un’iniziativa di sensibilizzazione all’istruzione scolastica: “quello a cui tengo è poter costruire ponti sempre più solidi tra l’Italia e l’India cercando di vedere i progetti di AFLIN in contemporanea nei due Paesi, dando la possibilità ai bambini di sentirsi uniti e senza alcuna differenza di genere. La nostra mission sta prendendo una strada nuova e sempre più intensa. Abbiamo da poco terminato una cooperazione di 4 anni con una scuola di Pushkar e stiamo iniziando nuovi progetti sempre nel Rajasthan proprio perché ci piace aprire le porte e unire le forze tra i due Paesi“. Continua Emanuela: “il 2018 si apre all’insegna di cambiamenti che condivideremo a breve“.

La parola è poi passata a Maria Chiara Drago, Vice Presidente di AFLIN e Responsabile dei progetti con le scuole italiane, che ha spiegato cosa è stato fatto e cosa prevede il prossimo futuro: “AFLIN da circa due anni si è fatta promotrice di un progetto scolastico di scambio culturale, coinvolgendo due scuole di Roma. I gemellaggi scolastici costituiscono una delle pratiche più significative di cooperazione a distanza e, nonostante la palese disparità di risorse tra le scuole italiane e indiane, il progetto mantiene la sua centralità nell’idea di scambio e non di aiuto“.

Successivamente, Emanuela Sabbatini ha presentato un ospite speciale: l’Ambasciatore italiano in India, Lorenzo Angeloni. Molto contento e onorato di essere stato invitato, ha dichiarato: «è importante che i progetti italiani continuino a svilupparsi in India perché dopo anni di rapporti problematici, finalmente, ci sono segni di ripresa nella cooperazione tra le due Nazioni. Un Paese unico nel suo genere dove non è facile lavorare nel settore in cui opera AFLIN ma che ti avvolge e ti ingloba nella sua bellezza, cultura e spiritualità. Ho visto Emanuela sul campo partecipando alla consegna delle macchine fotografiche digitali per il progetto “100 obiettivi di AFLIN” insieme alla fotografa Betty Masini. Posso testimoniare la passione e la solidità che ci mette nel lavoro di AFLIN. Felice anche di sapere che AFLIN sta portando avanti iniziative con le scuole italiane per sensibilizzare sul tema dell’istruzione».

Il film ha raggiunto le corde del cuore di tutti, animando alla fine ad un piccolo dibattito tra i presenti.

La Presidente ha concluso chiedendo ai partecipanti di farsi in prima persona promotori dell’istruzione e dell’importanza che rappresenta in quanto strumento di emancipazione sociale e culturale per le generazioni a venire.

BrINDIAmo

Share

Articoli consigliati