Lezione di fotografia: ci vuole anche questa 

Lezione di fotografia: ci vuole anche questa 

Lezione di fotografia: ci vuole anche questa.

Photography class: this one is still needed.

Questo post lo dedico ai miei Maestri del Circolo Fotografico Milanese (Ernesto Fantozzi, Enrico Franchini, Sergio Magni) e a Carlo Cavicchio, ex Presidente: loro mi hanno insegnato molto, ciascuno. E se ora sono qui a portare avanti questo progetto lo devo anche a loro.

Poi lo dedico anche a Maurizio Faraboni, fotoreporter vero e serio e amabile, che mi ha suggerito consigli preziosi, condividendo con me, molto generosamente, la sua esperienza sul campo.
Insomma dopo che almeno la metà delle 42 partecipanti al progetto hanno iniziato ad essere reporter “ingenue” era arrivato il momento di mostrar loro un pò di immagini dei grandi della fotografia.

I dedicate this post to my friends of the Circolo Fotografico Milanese (Ernesto Fantozzi, Enrico Franchini, Sergio Magni) and ti Carlo Cavicchio, ex President: each one of them has taught me so much. And if today I am here completing this project it is also thanks to them. I also dedicate it to Maurizio Faraboni, true fotoreporter serious and lovable, that has given me precious advice, sharing with me very generously his experience in the field. So after more then half of the 42 participants in the project have started to be reporter ‘naive’ it’s time to show them some pictures of the big photography.


HCB e le sue fotografie scattate in India ed Indonesia, Martin Parr e Homer Sykes perché potessero avere uno sguardo ironico sul mondo ed ovviamente Ragu Rahi. Ne avevo selezionati anche altri, ma ci tenevo a mostrare anche le immagini di alcuni amici perché mi piace che questo progetto metta insieme ragione e sentimento.

HCB and his photographs from India ed Indonesia, Martin Parr e Homer Sykes so they could sea comic side of the world and of course Ragu Rahi. I had also selected a few others, but I wanted to show pictures of a few friends because I like that this projects puts together mind and soul.


Sono state attentissime, hanno davvero apprezzato: dinanzi ad alcune situazioni hanno fatto domande, hanno visto immagini di un mondo altro che forse non vedranno mai dal vero, hanno anche riso e si sono divertite chiedendomi se davvero è così che accade dove vivo io.
Altro obiettivo raggiunto.
Ah dimenticavo: alcuni suggerimenti li ho aggiunti, del tipo “non voglio vedere pali, alberi, fiori e oggetti vari sulla testa dei vostri soggetti; fotografate tenendo per lo più la macchina orizzontale perché noi gli occhi li abbiamo  messi così; via il flash (troppo difficile saperlo usare bene)”.

They were so attentive, and really appreciated it: in front of some situations they asked questions, they saw a lot of different worlds that maybe they will never see first hand, they also laughed and had fun and sled me if these things actually happen where I live.
Another objective reached. I almost forgot: I added some advice like “I don’t want to see lampposts, trees, flowers and different objects in front of the faces of their subjects; click keeping the camera on a horizontal plane mostly because our eyes are on that plane and so on; do not use the flash (it’s too hard to use it correctly)”.

E così ci siamo congedate: un piccolo, ma significativo momento di cultura fotografica lo abbiamo dato.
Ed oggi, 1 marzo, durante la cerimonia del Farwell, ho notato che alcune avevano con sè le macchine fotografiche:  non so se mi spiego!
#daje

And like this we said goodbye: we gave a small but significant moment of photography culture. And today, 1st of March, during the Farewell ceremony, I noticed that some of them had their cameras with them: I don’t know if I’ve been clear!

#daje

Share

Presidente - Insegnante di Hatha Yoga